Home > Apple > Apple Watch, nel Q1 2016 le vendite crollano del 40%

Apple Watch, nel Q1 2016 le vendite crollano del 40%

Dopo aver fatto un esordio davvero prorompente, sembra che per Apple Watch i tempi stiano nettamente cambiando. Nei primi tre mesi dell’anno, infatti, le vendite registrate negli Stati Uniti da parte dello smartwatch si sono drasticamente fermate, o meglio, sono proprio crollate giù del 40% rispetto al trimestre precedente. Questo lo scenario dipinto dall’analista Matthew Goodman di ITG Investment Research, il quale descrive uno scenario attuale a dir poco negativo per il gioiellino di casa Apple.

Nonostante questo inizio di anno non inaugurato certo nella migliore delle maniere, secondo Juniper Research Apple Watch continua a tenere in mano la sua leadership nel mercato mondiale degli smartwatch: ad oggi Apple controllerebbe il 52% del settore, battendo dei colossi storici come Samsung, LG e tanti altri che stanno provando a dare un seguito al mercato Android Wear.

I dati appena visti – sia quelli pessimistici che quelli ottimistici – sono in ogni caso elaborati da società di ricerche e agenzie di rating, poiché non dimentichiamo che Apple, relativamente ad Apple Watch continua a tener fede alla linea che si è data: quella di non divulgare alcun dato relativo all’andamento delle vendite.

Per questa ragione la situazione inerente l’orologio di Cupertino rimane compromessa tra speculazioni che si vanno scontrando tra loro, ma con la pubblicazione dei risultati fiscali di Apple previsti per il prossimo 26 aprile, sicuramente qualche fine osservatore riuscirà ad estrapolare delle informazioni un po’ più ufficiali!

via