Home > Android > Ecco come Samsung presenterà lo smartphone flessibile senza creare concorrenza interna

Ecco come Samsung presenterà lo smartphone flessibile senza creare concorrenza interna

Sino ormai molti anni che l’anno di Samsung viene suddiviso in due: nella prima parte ci si concentra soprattutto sulla presentazione del nuovo modello della serie Galaxy S e sulle vendite del Galaxy Note dell’anno precedente; nella seconda parte dell’anno invece avviene la cosa opposta, ovvero ci si concentra sulla presentazione del nuovo Galaxy Note e sulle vendite del Galaxy S presentato qualche mese prima. Dalla fine del 2018 potrebbe però non essere più così.

Da diverso tempo si rumoreggia di un possibile smartphone flessibile da parte di Samsung e, seppur al momento abbiamo veduto solo informazioni frammentarie e brevetti, il primo passo in questa direzione lo si potrebbe avere al MWC 2019.

Tuttavia, per far si che il Galaxy S10 tolga visibilità al Galaxy X (probabilmente si chiamerà così) e viceversa, la presentazione del top di gamma della linea Galaxy S potrebbe essere anticipata a Gennaio. Allo stesso modo, la presentazione del Galaxy Note 9 potrebbe venir anticipata al mese di Luglio.

Insomma, un anticipo sulla tabella di marcia tradizionale per far spazio a un nuovo top di gamma che, a differenza degli altri due, ha delle caratteristiche e un form factor rivoluzionario per il settore.

Ricapitolando un po’ il tutto, Samsung dovrebbe presentare il Galaxy Note 9 alla fine di Luglio con commercializzazione in Agosto, il Galaxy S10 a Gennaio (probabilmente al CES 2019) con commercializzazione a Febbraio e infine il Galaxy X al MWC 2019 di fine Febbraio con commercializzazione a Marzo.