Home > Android > Google ha in sviluppo 3 Pixel Watch con Wear OS e Snapdragon 3100

Google ha in sviluppo 3 Pixel Watch con Wear OS e Snapdragon 3100

Google Pixel Watch

Stando a un nuovo report emerso in rete, il rinnovato interesse verso Wear OS si concretizzerà fra qualche mese con ben 3 “Google Pixel Watch” con nome in codice “Ling, Triton” e “Sardine”, la cui fase di sviluppo è quasi terminata. Non si sanno ancora quale sarà la differenza tra le varianti, che si tratti di dimensioni, connettività o altro. É probabile  che i dispositivi includeranno GPS, LTE, VoLTE, Bluetooth con supporto apt-X, WiFi, contapassi, sensore della frequenza cardiaca e altre funzionalità di protezione. Google, Qualcomm e altri hanno starebbero lavorando su questo per oltre un anno.

Sapevamo già che Qualcomm avrebbe finalmente rilasciato un nuovo chip per i dispositivi Wear OS. Sembra che questi dispositivi otterranno il nuovo chip e si chiamerà Qualcomm Snapdragon Wear 3100.

Il SoC è dotato di una CPU quad-core con una frequenza di clock sconosciuta. Qualcomm utilizza l’architettura ARM Cortex-A7 e la GPU Adreno 304. Come riportato in precedenza, la produzione rimane col processo a 28 nm. Il vantaggio principale di questo nuovo chip è un circuito integrato di gestione dell’alimentazione che viene chiamato “Blackghost“.

“Blackghost” può essere utilizzato in modo continuo e separatamente dal processore principale, che viene utilizzato solo quando il dispositivo è attivo. Ciò consentirebbe all’orologio di rispondere ai comandi vocali senza essere svegliato. Ci saranno anche diverse nuove modalità di alimentazione, come quella introdotta in Android P, per aiutare gli utenti a ottenere la migliore durata della batteria possibile.

Oltre ai Pixel Watch, il report afferma anche che Snapdragon 3100 sarà presente nei dispositivi di Fossil, Louis Vuitton, Movado e TAG Huer. I marchi di moda sono alcuni dei pochi che stanno ancora supportando Wear OS, quindi non è una sorpresa vedere questi marchi. Si spera che il nuovo chip Qualcomm porterà altri OEM ad abbracciare Wear OS.

VIA  FONTE