Home > Apple > HomePod è un vero flop (commerciale)

HomePod è un vero flop (commerciale)

Apple HomePod

L’altoparlante smart HomePod di Apple è decisamente più potente che intelligente. Tutte le prime recensioni hanno elogiato la sua abilità nella riproduzione audio, ma è stata messa in discussione la sua abilità nell’essere veramente smart, per via delle sue limitazioni che lo chiudono all’interno dell’ecosistema di Apple.

Ciò, oltre all’alto prezzo richiesto, ha portato a vendite inferiori alle attese sin dal primo momento. Secondo quanto riferito, Apple è arrivata addirittura a tagliare gli ordini da uno dei suoi produttori.

Durante i primi tre mesi del mercato, HomePod è riuscito ad aggiudicarsi una quota del 10% delle vendite, lasciando il 14% a Google. Ma è indiscutibilmente Amazon che sta dominando grazie ai diversi Echo ed al loro 73% di market share. Oltre che per le sue limitazioni, il poco successo nel mercato di ‘HomePod è dovuto al fatto che si tratta di un diffusore costoso (349 dollari).

Il mercato degli smart speaker è dominato da dispositivi dotati di prezzi accessibili e con prestazioni media degli altoparlanti, il che è l’opposto di quanto offerto da Apple con il suo HomePod.

C’è da dire che, almeno sul fronte smart, Apple sta lavorando duramente per potenziare le abilità Siri di HomePod. Un prossimo aggiornamento del software porterà il supporto audio multiroom (grazie al protocollo AirPlay 2) e consentirà l’abbinamento di due HomePod in configurazione stereo (feature già offerta sia da Amazon che da Google).

Chiaramente questi dati si riferiscono al mercato statunitense. Relativamente al nostro, non avendo ancora nessuna concorrenza, Google ha quasi il 100% del market share (qualche punto va dato a color che hanno importato dall’estero uno smart speaker differente).

VIA  FONTE