Home > Android > Samsung Galaxy Note 9, il teardown mostra un gigantesco sistema di raffreddamento a liquido

Samsung Galaxy Note 9, il teardown mostra un gigantesco sistema di raffreddamento a liquido

Samsung Galaxy Note 9 teardown

A distanza di qualche ora dalla presentazione ufficiale, il Samsung Galaxy Note 9 è stato già sottoposto al primo teardown che ci ha mostra alcune interessanti sorprese.

Il teardown è stato eseguito dai colleghi del blog russo Hi Tech Mail Ru e la rivelazione più immediata è il grande sistema di raffreddamento ad acqua aggiunto rispetto al raffreddamento passivo del Note 8. La pubblicazione prosegue chiamando il grande tubo di rame all’interno del Note 9 “un dispositivo di raffreddamento per notebook”.

Samsung chiama questo nuovo sistema di raffreddamento, un “carbonio ad acqua” e afferma che al suo interno vi è acqua vera. Lo stesso tubo è fatto di rame, proprio come su altri telefoni Android di fascia alta ma, ancora una volta, è la dimensione che impressiona.

Per quanto riguarda l’effettivo processo di smontaggio del Samsung Galaxy Note 9, segue gli stessi passaggi del modello precedente. È possibile notare la sigillatura dell’acqua che impedisce l’ingresso di liquidi nel telefono e garantisce la sua resistenza all’acqua con certificazione IP68.

A prima vista, la disposizione dei diversi componenti è quasi identica a quella del Note 8 dello scorso anno. A un’attenta ispezione però, si notano alcune differenze: la S Pen è tenuta in posizione più stretta; la porta di ricarica è collegata alla scheda madre ma non una parte di essa, il che dovrebbe facilitare le riparazioni; la capsula auricolare sul nuovo telefono è più grande, il che dovrebbe migliorare la qualità delle chiamate.

Complessivamente, sembra che Samsung abbia posto molta più attenzione sul Samsung Galaxy Note 9 per far si che risultasse gradevole tanto esternamente quanto internamente.

VIA