Home > Android > Ha senso vendere Note 7 ricondizionati?

Ha senso vendere Note 7 ricondizionati?

[adv_post_after_title]

Il caso Note 7 non smette mai di esistere e in rete sbucano nuove informazioni. Nonostante il piacevole avvenimento che oramai tutti consociamo, l’azienda sudcoreana avrebbe in mente una mossa che se per alcuni versi può sembrare stupida, per altri può risultare geniale.

A causa dei problemi alla batteria Samsung è stata costretta a ritirare il dispositivo dal mercato definitivamente, o almeno così pensavamo. Il ritiro dal mercato è costato alla società miliardi di dollari oltre ai danni non quantificabili associati alla rovina della reputazione. Il danno è incalcolabile e Samsung per recuperare ha in mente poche semplici mosse.

Un interessante indiscrezione ci informa che probabilmente, l’azienda venderà Note 7 ricondizionati il prossimo anno, anche se al momento non è stata ancora trovata la causa che portava il terminale a prendere letteralmente fuoco. Il rumor ci fa anche sapere che l’azienda non ha ancora preso una decisione definitiva e che le unità ricondizionate saranno vendute in mercati emergenti come quello dell’India. Non è ancora chiaro, siccome non si conosce ancora l’effettivo problemi dei terminali, come Samsung accerterà che le unità vendute non siano soggette a problemi.

La smentita è subito arrivata da Samsung che ha provveduto ad informare che il dispositivo è ufficialmente fuori dal mercato e che gli utenti non correranno più rischi con questo terminale.