Home > News > WhatsApp si tira fuori da Cambridhe Analytica ricordando la presenza della crittografia E2E

WhatsApp si tira fuori da Cambridhe Analytica ricordando la presenza della crittografia E2E

whatsapp

Nonostante non abbia alcun legame con lo scandalo relativo a Facebook e a Cambridge Analytyca, WhatsApp ha provveduto a ricordare che i dati dei propri utenti non hanno modo di venir intercettati o letti da persone all’interno dell’azienda.

Di fatto, grazie all’implementazione della crittografia end-to-end (E2E), i dati dei messaggi, delle chiamate e dei contenuti multimediali vengono crittografati sin dall’invio e possono venir decriptati solo dallo smartphone associato al numero del ricevente.

Per noi, la tua privacy è importante. Tutte le chiamate e i messaggi WhatsApp sono protetti dalla crittografia end-to-end. Questo assicura che soltanto tu e la persona con cui stai comunicando possiate leggere i tuoi messaggi o ascoltare le tue chiamate, e nessun altro, nemmeno WhatsApp.

WhatsApp Business ha alcune variabili incontrollabili dall’azienda

La cosa vale anche per la versione Business anche se, in tal caso, entrano in gioco delle variabili che non sono sotto il diretto controllo dell’azienda:

WhatsApp consegnerà sempre i messaggi che invii a un’attività o un’azienda crittografati end-to-end. Tuttavia, tieni presente che, quando contatti un’attività o un’azienda, i tuoi messaggi potrebbero essere visualizzati da più persone che vi lavorano. Inoltre, alcune aziende che utilizzano la nostra soluzione enterprise potrebbero avvalersi di altre società per gestire le loro comunicazioni, ad esempio, per conservare, leggere e rispondere ai tuoi messaggi.

C’è da dire comunque che, se messaggi, chiamate e contenuti multimediali vengono crittografati, non vi è ancora la certezza che anche i metadati lo siano.

VIA